Riconoscimento di crediti maturati in esperienze professionali e di servizio civile

Lo studente che avesse già svolto attività professionali o di Servizio civile in campo educativo può chiedere il riconoscimento di crediti maturati in quel contesto, in alternativa allo svolgimento del tirocinio.

Tutte le informazioni relative ai criteri di ammissibilità e di valutazione sono contenute nell'apposito Regolamento sul riconoscimento di attività professionali esterne al Corso di laurea o del Servizio civile nazionale/universale, ai fini del tirocinio (scaricabile da questa pagina).

 

La domanda va presentata attraverso l’apposito modulo online a cui collegarsi con le credenziali di Ateneo.

La procedura prevede l’invio di una o più certificazioni, rilasciate dal datore di lavoro o dal responsabile dell’ente presso cui si è svolta l’attività e in cui sia attestato l’effettivo svolgimento dell’attività stessa. In tale certificazione devono essere chiaramente indicate:

  • la data di inizio e fine del rapporto di lavoro o del Servizio civile;
  • la durata complessiva dell’esperienza espressa in ore;
  • il tipo di struttura educativa e la sede;
  • le mansioni effettivamente svolte;
  • per gli enti di volontariato, il Registro regionale o provinciale a cui l’ente è iscritto.

La certificazione deve essere allegata in formato PDF. Si prega di predisporre il, o i, file denominandoli nel modo seguente: “Cognome Nome - allegato 1”, “Cognome Nome - allegato 2” ecc.

ATTENZIONE: i contratti di lavoro non sono certificazioni dell’effettivo svolgimento del servizio e, pertanto, non sono ritenuti validi.

 

La domanda può essere presentata in qualunque momento, durante l’anno di corso in cui il tirocinio è previsto, e comunque almeno tre mesi prima della sessione nella quale si prevede di laurearsi.

Entro tre mesi dalla consegna, una Commissione apposita valuta la congruenza e il numero di CFU convalidabili sulla base del Regolamento.

 

Per informazioni, ci si può rivolgere ai tutor del corso di laurea.