La relazione finale

Indicazioni per la stesura della relazione finale di tirocinio

 

Al termine del tirocinio, lo studente è tenuto a scrivere una relazione finale, da consegnare al tutor universitario insieme alla copia del progetto formativo, ai fogli presenze (Allegato B del Regolamento di Tirocinio) e alla scheda di valutazione del tirocinio a cura del tutor del soggetto ospitante (Allegato C). Il tutto è da presentare, indicativamente, entro 30 giorni dal termine del tirocinio.

 

Nella relazione, orientativamente di 4 cartelle di testo (una cartella si considera composta da circa 2000 battute, spazi compresi), si chiede allo studente di:

  • ripercorrere le diverse fasi dell’esperienza, rapportandola a ciò che si ritiene di aver acquisito in relazione al percorso formativo richiesto dal Corso di laurea;
  • dimostrare la capacità di riflettere criticamente, in modo sintetico e personale, sugli aspetti ritenuti più significativi delle attività svolte.

 

Che cosa e come scrivere

 

La relazione deve contenere i seguenti elementi:

  • generalità dello studente (nome e cognome, n° di matricola, anno di corso)
  • periodo del tirocinio svolto
  • sintetica descrizione della struttura presso cui l’attività è stata svolta (nome e indirizzo, settore di attività, se pubblica o privata, dimensione, rapporti di interdipendenza con altri enti, struttura organizzativa e ruoli lavorativi presenti, descrizione del processo lavorativo e dell’ambito in cui è stato effettuato lo stage)
  • analisi dell’esperienza lavorativa:
    - attività svolte (descrizione delle attività cui si è partecipato direttamente e di quelle rispetto alle quali si è svolto un ruolo di osservazione)
    - relazioni interpersonali (con il tutor, con le altre figure professionali presenti, con gli utenti)
    - difficoltà incontrate (legate alle conoscenze, di ordine pratico-operativo o altro)
  • valutazione dell’esperienza lavorativa (adeguatezza della propria preparazione – teorica/pratica, generale/specifica – rispetto all’esperienza di stage; sostegno fornito dal tutor della struttura; formazione ricevuta presso la struttura)
  • valutazione degli esiti formativi (confronto con le aspettative di partenza, acquisizione/potenziamento di conoscenze, di capacità operativa, di comportamenti, di capacità di comunicazione)